Come risposta – e avendo in mente che questa crisi non è affatto limitata alle scuole americane – gli educatori hanno proposto soluzioni di ogni tipo. Alcune di queste sono semplicemente non consequenziali, come l’adattamento del rapporto studenti-insegnanti e la computerizzazione dei servizi di insegnamento. Altre invece, incluso tutto ciò che è stato prescritto a nome dei servizi psichiatrici e psicologici, sono qualcosa di più di un semplice aspetto del problema, sono un cancro al cuore del problema stesso. Questo è un dato di fatto: il declino nella qualità dell’istruzione occidentale, che dura da mezzo secolo, è nel suo insieme direttamente proporzionale all’introduzione di metodi di matrice psichiatrica o psicologica.

     Si può dire molto di più, incluso ciò che la psichiatria ha generato all’interno delle strutture scolastiche, in termini di uso di droga, di libertinaggio, di percentuale di suicidi tra gli adolescenti e, infine, di cancellazione della volontà di imparare. Per il momento è però sufficiente concentrarci sulla conseguenza più visibile, la lugubre immagine dello studente della fine del XX secolo.

     Ha un’età variabile tra i sei e i sedici anni, e a quel punto ha probabilmente già lasciato la scuola. Non è soltanto americano, ma anche britannico – dove un buon terzo di coloro che arrivano alla scuola media non è in grado di leggere i propri libri di testo – o forse è tedesco, dato che si riporta che circa ottocentomila ragazzi tedeschi sono completamente analfabeti. Sebbene non sia altrettanto facile misurare questo fatto, egli è allo stesso modo visibilmente taciturno, scontroso e accigliato e, per quanta importanza possa avere, il suo è un look da vero criminale: testa rasata e pantaloni larghissimi e sformati, ispirati agli indumenti dei carcerati. Infine, visto che le apparenze possono ingannare, bisogna anche considerare che, non avendo mai letto un libro in vita sua, la sua fascia intellettuale è grossomodo stabilita dai videogiochi, dalle trasmissioni televisive e dai testi delle canzoni pop.

     Tutto questo ci porta ad un’affermazione assolutamente decisiva riguardo agli strumenti di L. Ron Hubbard per l’apprendimento. Si è detto che Ron sia stato abbastanza spavaldo da affermare che per qualsiasi problema di apprendimento esiste una soluzione funzionale, e le migliaia di persone che hanno usato i suoi metodi non possono che essere d’accordo con lui. In questo caso si fa riferimento a educatori di tutti i continenti e di ogni strato socioeconomico, e più particolarmente a coloro che devono affrontare ogni giorno lo studente della fine del XX secolo. Per esempio, in California c’è un quartiere abitato per lo più da Ispano-Americani, nel quale i membri di una gang di strada, ex analfabeti, ora trascorrono dei pomeriggi interi sinceramente assorbiti nello studio di libri di testo. Ci sono membri delle gang del centro-sud di Los Angeles, in precedenza analfabeti, anch’essi ora diventati lettori incalliti. Ci sono degli scolari inglesi, il cui livello d’istruzione un tempo era precario, che con sole dieci ore di istruzione nei metodi di L. Ron Hubbard hanno progredito di un intero anno nel loro livello di lettura, mentre, dopo aver fatto altrettanto, degli studenti neozelandesi hanno registrato un aumento di dodici punti nel test del QI.

[Immagine]      C’è di più, molto di più. Ma prima, per menzionare un secondo punto cruciale, quando si parla dei metodi di apprendimento di L. Ron Hubbard, non si sta parlando di qualche nuovo ausilio di studio, di una tecnica di memorizzazione o di un programma fonetico di lettura. Piuttosto, si sta parlando di una completa tecnologia per studiare, di mezzi tramite i quali si può afferrare qualsiasi soggetto. Non si sta neanche parlando di un approccio arbitrario, ma di quelle che sono le componenti dello studio, di quello che è il modo in cui impariamo. E paragonato a tutto ciò che è stato prescritto in nome dell’istruzione negli ultimi novant’anni (come minimo), questo è completamente nuovo.

     Fondamentale per la Tecnologia di Studio di L. Ron Hubbard è la descrizione delle tre principali barriere allo studio, mai identificate prima e che tuttavia costituiscono gli unici motivi di tutti i fallimenti nell’istruzione. Vale a dire che gli educatori possono parlare in modo superficiale di “disordini provocati da deficienze di attenzione” o di “incapacità di apprendimento”, ma sono tutti sproloqui. I loro studenti non riescono ad imparare perché nessuno ha mai insegnato loro come imparare – come identificare le barriere all’apprendimento e come superarle.

     Non meno globale, e persino più fondamentale per il processo dell’istruzione, vi è il secondo grande contributo di L. Ron Hubbard, il Corso Key to Life[Chiave della vita]. Il nome è appropriato, e il titolo in effetti ci conduce al nostro ultimo punto introduttivo: se comprendessimo veramente ciò che leggiamo e udiamo, e analogamente se venissimo compresi dagli altri, allora l’intera vita sarebbe aperta davanti a noi. È questo il soggetto del corso Key to Life (la Chiave della vita) – rimuovere le ragioni per cui non possiamo capire e perché, a nostra volta, non possiamo essere capiti. Il cuore del corso è formato da una visione particolarmente egualitaria del linguaggio, non come un argomento ottuso per studi accademici, ma come un veicolo di comunicazione vivo e dinamico. Con questo esatto fine, il corso Key to Life (la Chiave della vita) dà un’ulteriore nuova forma alla grammatica inglese, portandola da un insieme piatto di regole a un reale strumento per esprimersi in modo significativo. Il risultato è uno studente che non soltanto legge e scrive, nel modo in cui generalmente lo concepiamo, ma uno studente che ha una completa padronanza del linguaggio e lo usa con perizia e maestria. Di fatto, sebbene sia tecnicamente un programma correttivo, in ultima analisi il corso Key to Life (la Chiave della vita) avanza il concetto di saper leggere e scrivere a livelli completamente nuovi e sbalorditivi.

     “Il nostro intento non è solo quello di salvare qualche studente” osservò Ron un paio di decenni fa. “Il nostro intento è di invertire questo declino nel suo insieme.” Come vedremo, faceva veramente sul serio, e se il declino generale dell’istruzione del XX secolo è recentemente giunto a un punto critico, la soluzione di L. Ron Hubbard diventa sempre più determinante. Nelle pagine che seguono esamineremo sia lo sviluppo di queste soluzioni sia il loro ben più vasto impatto a livello mondiale. Esamineremo, naturalmente, anche L. Ron Hubbard stesso come educatore e, a turno, il corso del suo ben più grande cammino verso quella che è stata definita, in modo veritiero, una rivoluzione nel campo del pensiero.



Precedente | Glossario | Indice | Successivo |
| Questionario | Site di Riferimento | Libreria | Prima Pagina |

L. Ron Hubbard Site | L. Ron Hubbard: Fondatore di Scientology | L. Ron Hubbard: Creatore di musica | L. Ron Hubbard, L'istruzione | L. Ron Hubbard, Dianetics Letters | L. Ron Hubbard, Literary Correspondence | L. Ron Hubbard, Un profilo | Tributi e riconoscimenti a L. Ron Hubbard | L. Ron Hubbard, Poet/Lyricist | L. Ron Hubbard, Adventurer/Explorer | Scientology | Dianetics


info@scientology.net
© 1996-2004 Church of Scientology International. All Rights Reserved.

For Trademark Information