Istruzione di L. Ron Hubbard (Parte 6/6)

[Immagine]

     Per leggere, non è necessario che tutta una classe legga un unico libro allo stesso tempo, perché questo ne riduce il gusto. Un bambino può dare un resoconto orale su un libro se gli si chiede: “Ti è piaciuta quella storia, Andrea?” “Sicuro. Perdinci, quel tipo sapeva davvero lottare!”.

     Esistono riviste per ragazzi e ragazze fatte apposta per loro, che sono sufficienti per avviare un bambino alla lettura. Il cinema ha dei lati positivi, ma essi causano tutti quanti indolenza, perché non stimolano la mente a visualizzare. Il cinema fornisce tutto quanto e non lascia niente su cui ragionare.

     Se vogliamo avere dei bambini svegli, dobbiamo insegnare loro a pensare. È una cosa che hanno detto tutti, ma nessuno ha mai avuto una vera risposta.

     Finché i bambini e i giovani troveranno piacere nello studio, continueranno a studiare per tutta la vita, ed è da questo che dipende la loro felicità.

     La capacità di associare dati per studiare una soluzione dipende solo dai dati che si hanno in possesso e da nient’altro. Qui non ci sono formule magiche e percussione di tam tam. La mente umana è chiaramente un classificatore; nessun impiegato d’ufficio è così stupido da pensare che la sua calcolatrice gli dia il totale dei conti mensili se non le ha fornito le cifre di quei conti. Questa è una legge ferrea ed è ben nota.

     Com’è possibile, di grazia, risolvere qualcosa se non la si conosce almeno un po’? Com’è possibile che un pensatore allenato possa prendere frammenti di più cose e ottenere un intero, quando uomini che hanno sgobbato per tutta la vita in quel settore non sono riusciti neanche a intravedere la verità? Questo è il caso del giovane truccatore che, rifiutato da tutti i chimici del paese, dopo aver studiato per alcune settimane, creò la propria plastica.

     Tutti sono perplessi da questa strana manifestazione. Ma non è strana e se vogliamo che i nostri figli conducano un’esistenza più felice, dobbiamo insegnar loro in modo tale che possano risolvere rapidamente qualunque problema consueto. Per fare questo dobbiamo avere dei fatti. Fatti veri, che il bambino farà suoi per sempre.

     Infilare quaranta libri in testa a qualcuno per dare, a chi possiede quella testa, un diploma e un titolo, non è istruzione bensì una bestialità.

     Ci sono le biblioteche, quindi non abbiamo bisogno di schedari viventi.

     È vero: il ragazzo o la ragazza che si diplomano con il massimo dei voti, normalmente trovano ottimi impieghi, ma di solito come schedari ambulanti. Questo non è equo nei loro confronti. È vero, i loro diplomi e i loro voti hanno contribuito molto ad innalzarli a una posizione alta, perché la “società” apprezza queste cose. Ma un padre è infelice quando ha un figlio che improvvisamente diventa stanco e spento sotto il bombardamento di dati, sotto la vergogna del fallimento e il disprezzo della vecchia generazione. A queste cose bisogna generalmente aggiungere la vergogna e perfino la collera dei genitori.

     Avete mai visto una tale follia?

     A volte, un ragazzo o una ragazza che hanno buone capacità logiche e che non hanno grandi preoccupazioni, diventano i primi della classe alla velocità del lampo e detengono onori e risultati atletici dando l’impressione che la cosa non li tocchi più di tanto. Il loro destino è molto migliore, ma sono questi i veri geni del mondo e un certo sistema educativo ha impedito loro di essere “quelle persone di successo” che avrebbero potuto essere.

     Ci troviamo davanti alla disoccupazione e molte mansioni minori sono svolte da uomini e donne che sono stati istruiti per posizioni migliori. La ragazza che si è specializzata in arredamento d’interni può essere trovata nel supermercato locale, dove guadagna una cifra ridicola rispetto al costo della sua istruzione. L’ingegnere diventa geometra perché la costruzione delle strade è affidata ai nipoti degli alti funzionari. A quarant’anni il biologo laureato si ritrova a vendere scarpe.

     Questo non succede perché sono meno bravi, ma perché al mondo c’è un eccesso di diplomi. Infatti gli uomini e le donne che devono assumere queste posizioni sono probabilmente i meglio attrezzati per le posizioni più elevate. È raccomandabile diplomarsi restando nella media della classe, ma il mondo del lavoro non la pensa così. Tuttavia queste cose cambieranno molto presto.

     Ognuna di queste persone potrebbe essere un buon insegnante, soprattutto quando ha lottato contro il mondo con sua grande meraviglia. Se a queste persone fossero affidate posizioni didattiche nell’indirizzo che hanno scelto, gli addetti all’insegnamento, attualmente così sovraccarichi di lavoro, potrebbero avere una piccola possibilità di condurre una vita più tranquilla, senza soffrire sotto l’aspetto finanziario o della reputazione, perché quando l’esercito si ingrandisce i sergenti diventano sempre capitani.



| Precedente | Glossario | Indice | Successivo |
| Questionario | Site di Riferimento | Libreria | Prima Pagina |

L. Ron Hubbard Site | L. Ron Hubbard: Fondatore di Scientology | L. Ron Hubbard: Creatore di musica | L. Ron Hubbard, L'istruzione | L. Ron Hubbard, Dianetics Letters | L. Ron Hubbard, Literary Correspondence | L. Ron Hubbard, Un profilo | Tributi e riconoscimenti a L. Ron Hubbard | L. Ron Hubbard, Poet/Lyricist | L. Ron Hubbard, Adventurer/Explorer | Scientology | Dianetics


info@scientology.net
© 1996-2004 Church of Scientology International. All Rights Reserved.

For Trademark Information